I Rally del Sabato.

Ma quali Schumacher e Alonso?! Dove sta la difficoltà nell’andare come pazzi su una pista costruita apposta per quello?!

So che ora molti uomini mi staranno odiando, ma vuoi mettere l’abilità di chi fa curve a gomito a 100 all’ora alle 7 del sabato mattina, con livelli di rincoglionimento ancora piuttosto elevati, sull’asfalto bagnato delle stradine strette di paese, con una Panda?!
Eh già, io e la fedelissima Panda-Mobile abbiamo la brutta abitudine di dare spettacolo, soprattutto il sabato mattina, quando per principio morale, mi rifiuto di perdere l’unico treno che mi frega prendere sui miei 12 settimanali obbligati, indipendentemente da quanto sia il ritardo con cui esco di casa.
Ora del sabato, lo garantisco, il ritardo è aumentato in maniera esponenziale rispetto al lunedì, perché sì, io in genere sono in ritardo già il lunedì, per me il weekend è troppo breve per un recupero completo.

Il punto è che il treno del sabato è IL Treno.
Ciao ciao ufficio, direzione lezione di russo!

Così via libera alle prodezze automobilistiche…
E se davanti ti trovi il solito vecchietto che deambulerebbe più veloce col treppiede di quanto faccia in macchina, non ti limiti a sorpassarlo come gli altri giorni, gli passi sopra!
Le precedenze sono una maxi sfida a Memory, mettono alla prova il tuo colpo d’occhio, perché il freno, il sabato mattina, è offlimits! Almeno finché non arrivo in stazione.
Ringrazi tutte le divinità conosciute per l’esistenza di gente che sembra avere più fretta di te.
A un certo punto, circa 6 minuti dopo la partenza (invece dei 10 abituali), la stazione ti appare tipo miraggio, che a confronto l’America che si manifesta a Colombo è niente, e ti prepari al gran finale: il parcheggio.
Inutile dire che non può richiedere più di una manovra. Nel momento in cui ti fermi una mano spegne le luci, l’altra dopo aver tirato su i finestrini (abbassati per ovviare al fatto che l’aria non fa in tempo a raggiungere la temperatura necessaria per spannare i vetri), tira il freno a mano.
Panda-Mobile spenta. Hai addirittura il tempo di assicurarti che tutte le portiere siano chiuse, perché ogni tanto la Panda mi fa gli scherzoni, e di incamminarti con tutta la calma di questo mondo verso la banchina.

IL Treno non è ancora nemmeno stato annunciato.
La passeggiata in assoluta beatitudine, nella speranza che l’aria fredda ti svegli almeno un po’, è d’obbligo.
IL Treno arriva, ci sali in tutta tranquillità, ti metti del sano metal nelle orecchie e decidi di fracassare le palle ai tuoi lettori raccontando la cosa sul blog.

ВСЕМ ДОБРЫЙ ДЕНЬ!!! – BUONGIORNO A TUTTI!!!

Annunci
Categorie: PseudoNormalità, Vita da Pendolare | 11 commenti

Navigazione articolo

11 pensieri su “I Rally del Sabato.

  1. Questa è pura vitalità di quelle contagiose… altro che fracassare le palle.

    Mi piace

  2. Anonimo

    e poi ti accorgi di aver preso il treno nella direzione sbagliata!!! AHAHAHAHAHAH… ❤ didi

    Mi piace

    • Malfidente… -.-”
      Queste cose le fo solo con la metro… ;P
      Che bello vederti da queste parti ben due volte in una settimana! ♥
      Al lavoro hanno deciso che puoi finalmente riprendere a respirare?!

      Mi piace

      • Anonimo

        no tesoro…sono stata malitissima per questo non mi hai vista…
        adesso ancora raffreddata ma sopravvivo…

        Mi piace

  3. Don(n)a

    ВСЕМ ДОБРЫЙ ДЕНЬ pure a te…anche se temo essendo ormai pomeriggio non vada più bene!

    Mi piace

    • E a noi cosa frega dell’ora? In fondo siamo stati noi stabilire che il giorno inizia di mattina e finisce di sera, che poi, cosa sono mattina e sera? Altre arbitrarie definizioni umane.
      Un augurio è sempre gradito!

      PS. Che figata! Di questo passo vi russizzerò tutti!!! Ihihih! ;D

      Mi piace

      • Don(n)a

        beh, se da me lascerai una parolina, con relativa traduzione accanto, quando passerai sarà di certissimo gradita!!! 😀

        Mi piace

  4. Il titolo del post mi ha ricordato il rally che il mio ragazzo doveva fare il sabato sera per venirmi a prendere perché la strada era piena di buche! XD

    Mi piace

    • Nei paesini della mia zona la situazione buche non è tanto felice, infatti sembriamo una manica di pazzi perché andiamo tutti in giro a zigzag nella speranza di evitare almeno quelle più grosse e profonde. 🙂

      Mi piace

      • Eh eh posso immaginare, soprattutto quando vengono i temporali e le buche come per incanto si camuffano come camaleonti, riempiendosi d’acqua e quando cerchi di prenderle piano non sai mai quanto sono profonde!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: