Educazione Siberiana. – Il Film.

EDUCAZIONE SIBERIANA. – IL FILM.

 

 

Ieri sera, finalmente, ho visto Educazione Siberiana, tratto dall’omonimo romanzo del qui onnipresente Nicolai Lilin e diretto dal regista Premio Oscar Gabriele Salvatores.

Girovagando per la blogosfera mi sono accorta che il recente martellare del trailer ha attirato l’attenzione di parecchie persone anche sul romanzo. C’è chi si limiterà al film, chi al libro, ma c’è anche chi si è dato allalettura feroce per poter prima leggere il libro e poi vedere il film prima che lo tolgano dalle sale.

 

Di seguito qualche dritta interessante che, secondo me, potrebbe tornarvi utile, a qualunque dei tre suddetti gruppi apperteniate:

  1. Se siete indecisi fra solo libro o solo film, non c’è dubbio: solo libro.
  2. Se state già leggendo Educazione Siberiana e vi sta poacendo, rinunciate al film. Non perché non meriti, ma perché il film è un gran minestrone di Educazione Siberiana, Caduta Libera e Storie sulla Pelle (primo, secondo e quarto libro di Lilin), quindi non riuscireste a capire tutti i riferimenti.
  3. Non sono un’esperta di cinema, quindi forse sono io a non essere in grado di comprendere, ma la mia opinione è che alcune delle “licenze poetiche” sfoggiate nella versione cinematografica siano decisamente eccessive, sia per quanto riguarda i personaggi, sia per quanto riguarda la trama.
  4. Riprendendo quanto detto nei due punti precedenti, se state pensando di leggere anche i libri successivi a Educazione Siberiana, non temete: non correte alcun rischio che il film vi rovini la sorpresa anticipando fatti salienti degli altri scritti di Lilin.

 

Tirando le somme, a me il film non è dispiaciuto, a parte un paio di variazioni di trama, ma resto convinta del fatto che, come spessissimo accade, il film non sia all’altezza del libro.
Al momento attendo con impazienza l’uscita della colonna sonora, prevista per questo martedì, ma mi rendo conto che un campionario di canzoni in russo possano essere di grande interesse per la maggior parte di voi.

 

Detto questo concludo con una cosa che mi è risultata davvero spiacevole: secondo le statistiche oggi qualcuno è capitato sul mio blog da Google cercando “nicolai lilin coglione”. Beh, chiunque tu sia sappi che, innanzi tutto, sei fortunato/a che io non possa rintracciarti di persona. In secondo luogo, se reputi che qualcuno sia un “coglione” perché dedichi del tempo a cercarlo su Google? E chiudo dicendo che, ipotizzando di essere d’accordo con te, non si potrebbe comunque negare che Lilin dev’essere un coglione parecchio furbo, visto l’impero che sta riuscendo a costruirsi. Tu invece che fai? Magari sei un/a multimiliardario/a che ha fatto fortuna grazie a un intelletto eccelso, ma se così fosse, e qui mi ripeto, che ti frega di Lilin?

 

Tornando a noi, per chiunque fosse interessato, vi lascio col trailer del film.

 

ВСЕМ СПОКОЙНОЙ НОЧИ!!!
BUONANOTTE A TUTTI!!!

 

Annunci
Categorie: Arte Varia, Autori, PseudoNormalità, Russia, Sclero, Strano Pianeta, Vita | Tag: , , , , | 6 commenti

Navigazione articolo

6 pensieri su “Educazione Siberiana. – Il Film.

  1. A me questo libro non mi “prende”.
    Tempo fa l’ho presi da uno scaffale al supermercato con tutta l’intenzione di acquistarlo. E’ rimasto nel carrello per tutto un percorso e poi a pochi passi dalla cassa…cambiai idea.

    Tempo dopo lo ripresi in mano…in una libreria e ne ho letto, nuovamente la trama…niente.
    Io e la Siberia non ci prendiamo…

    Ora poi che se ne parla troppo ancora meno.
    Io vado controcorrente.
    Lo leggerò, forse, tra dieci anni.
    Grazie comunque per le “dritte”!

    buona settimana
    .marta

    Mi piace

    • Sai, Marta, quando ho scoperto che sarebbe uscito il film di Educazione Siberiana, io avevo quasi finito di leggere il libro successivo. Ho “scoperto” Lilin ad una due giorni dedicata alla scrittura: fra gli eventi c’era la presentazione del suo quarto libro. Intuile dire che, in quanto russo, mi ha incantato a priori, se poi ci aggiungi la questione tatuaggi, su cui si incentra il libro della presentazione che ho visto, era abbastanza scontato che io ne restassi affascinata.

      Io poi non ritengo i miei gusti più “giusti” di quelli degli altri, ad esempio a me proprio non piace Camilleri, infatti non spreco del tempo a cercare informazioni su di lui e, men che meno, lo farei insultandolo.
      E’ il confronto costruttivo a piacermi, proprio come quello che hai offerto tu col tuo commento.

      Buona serata! 🙂

      Mi piace

      • “Un uomo non può possedere più di quanto il suo cuore possa amare”….tratto dal libro…Mi ero docmentata all’epoca ecco perchè avevo intenzione di prenderlo…
        Avevo letto su Libre-associazione di idee che leggo spessissimo…questa recensione di Saviano: http://www.libreidee.org/2009/04/saviano-presenta-educazione-siberiana-su-repubblica/ e si parla dell’anno 2009. Ecco perchè non mi è nuova questa “ondata” di Educazione Siberiana…

        Se un domani dovessi leggerlo…magari potrebbe anche piacermi chissà…
        Comunque, non so che c’entri…ho letto “I racconti di Kolyma” di Salamov…e devo dirti che mi ha coinvolto emotivamente.
        Questo libro tratta della prigioni dello stesso autore durata diciasette anni nelle prigioni e lager sovietici.
        E ho detto tutto.

        Ciao e scusa per la lungaggine..
        .marta

        Mi piace

  2. Lettura in corso… a me ‘sto libro sta piacendo un casino.
    E penso proprio che andrò a vedere anche il film, dato che il trailer mi intriga assai! 😀
    Poi ti dirò!^^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: