Strana Settimana.

странная-неделя-strana-settimana

 

Strana settimana la settimana scorsa.

Ho chiuso una volta per tutte il capitolo universitario della mia vita, ho cambiato il piano tariffario del mio cellulare investendo in preda all’ottimismo, ho rinunciato alla Nutella facendomi la spesa da sola, ho dedicato tempo alla lettura compulsiva come non facevo da mesi, ho aggiornato il mio Curriculum Vitae e fatto un nuovo giro di invii, ho bagnato le millemila piante dell’AnarcoMater senza sbuffare, ho cucinato senza seguire alcuna ricetta, ho rammendato a regola d’arte una delle mie gonne preferite, ho deciso di reinserire le tisane fra i prodotti di consumo quotidiano, ho comprato l’ennesimo regalino per l’AnarcoNipotina, ho bevuto un litro e mezzo di CocaCola in una serata, ho preso appuntamento con una dottoressa solo per fare quattro chiacchiere dopo tempo che non la vedevo, ho rimesso il mascara in borsa, ho ammirato due curiose artiste di strada volteggiare nell’aria notturna, ho fatto programmi poco realistici ma parecchio galvanizzanti, ho cercato rifugio in una felpa di pile nonostante fosse il primo di agosto, ho permesso all’incantevole illogicità dell’arte di tornare nella mia quotidianità, ho fotografato la luna mentre giocava a nascondino con le nuvole.

Nessuna di queste cose, considerata a sé stante, è ‘speciale’, ma tutte insieme hanno delineato una settimana quanto meno bizzarra, in cui mi sono sentita allo stesso tempo adulta e bambina, realista e sognatrice, concreta e artistica.

Nonostante questo la sensazione di essere sospesa in un limbo di inconcludenza non allenta la sua morsa sul mio stomaco. La consapevolezza che nessuna delle azioni elencate porterà da nessuna parte, se non quelle fini a sé stesse e quindi già concluse, mi prende a pugni con costanza, in caso mi passasse per la testa il malsano proposito di provare a non pensarci, fosse anche solo per un po’.

Per una sorta di perversa compensazione a tanto immotivato entusiasmo, questa settimana si sta invece rivelando un concentrato di stanchezza e pessimismo cosmico.

Sarà che l’ultima settimana di lavoro è interminabile e insostenibile per definizione, ma in questi giorni il dover tenere a bada i miei istinti piromani mi sta mettendo a dura prova.

 
 

Rompiamo il Silenzio!

 
 

Categorie: Abisso, B., Blog, Buoni Propositi, Capita anche a me..., Поток Сознания, Flusso di Coscienza, Malattie Rare, PolimioVita, PseudoNormalità, Rompiamo il Silenzio, Stream of Consciousness, Vita | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Strana Settimana.

  1. Panta rei.
    No Tenshun – Soul Music

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: