Storie di morti. #1

рассказы-мертвецы-storie-morti

 

Un contadino andava di notte col suo carretto di pentole; va e va, il cvallo si stancò e si fermò proprio davanti a un cimitero. Il contadino staccò il cavallo, lo lasciò pascolare e lui si stese su di una tomba; ma per qualche motivo non riesce a dormire. Stava lì bello steso, quando improvvisamente la tomba sotto di lui iniziò ad aprirsi; lui se ne accorse e saltò in piedi. Ecco che la tomba si aprì, e ne uscì un morto con una lastra sepolcrale e un lenzuolo bianco; uscì e corse verso la chiesa, appoggiò alla porta la lastra, e via al villaggio. Il contadino era un uomo audace; prese la lastra sepolcrale e si mise accanto al suo carretto, per vedere cosa sarebbe successo.
Poco dopo tornò il morto, e della lastra non c’era traccia; prese a seguire le orme, arrivò fino al contadino e dice: «Dammi la mia lastra, altrimenti ti farò a pezzi!». «E quest’scia secondo te a che serve?» risponde il contadino. «Sarò io a farti a pezzettini!» «Dammela, brav’uomo!», gli chiede il morto. «Te la darò quando mi avrai detto dove sei stato e cosa hai fatto». «Sono stato al villaggio; ho fatto morire due ragazzi». «Be’, ora dimmi: come si fa a farli tornare in vita?» Il morto controvoglia spiega: «Taglia dal mio lenzuolo il lembo sinistro e portalo con te; quando arriverai alla casa doce sono i ragazzi morti, sistema un pentolino dei carboni ardenti e mettici sopra il pezzo di lenzuolo, poi chiudi la porta; dopo aver respirato quel fumo, torneranno subito vivi». Il contadino tagliò il lembo sinistro del lenzuolo e restituì la lastra. Il morto si avvicino alla tomba — la tomba si aprì; iniziò a calarcisi — all’improvviso cantarono i galli, e quello non fece in tempo a chiudersi come doveva: un lato della lastra rimase fuori posto.
Il contadino aveva visto tutto, aveva notato tutto. Iniziò ad albeggiare; riattaccò il cavallo e andò al villaggio. Sente in una casa pianti, grida; vi entra — due ragazzi giacciono morti. «Non piangete! Io posso farli tornare in vita». «Fallo, caro; ti daremo metà dei nostri beni», dicono i parenti. Il contadino fece tutto quello che gli aveva insegnato il morto, e i ragazzi tornarono in vita. I parenti si rallegrarono, poi afferrarono il contadino e lo legarono con delle corde: «No, carino! Ti porteremo dalle autorità; se sei stato capace di farli tornare in vita, allora vuol dire che li avevi fatti morire tu!». «Che dite, fedeli! Abbiate timor di Dio», si mise a strillare il contadino e raccontò tutto quello che gli era successo durante la notte. Allora lo fecero sapere per il villaggio, si radunò la gente e si rovesciò al cimitero, trovarono la tomba dalla quale era uscito il morto, la scoperchiarono e lo colpirono direttamente al cuore con un paletto di pioppo, perché non si alzasse più e non facesse morire la gente; il contadino generosamente ricompensarono e con ogni onore a casa lo mandarono.

 

♦ “Masha e l’Orso e altre fiabe popolari russe”,
Raccolte da A. N. Afanas’ev

 
 

Rompiamo il Silenzio!

 
 

Annunci
Categorie: Autori, Blog, Libri, Malattie Rare, PolimioVita, PseudoNormalità, Rompiamo il Silenzio, Russia, Vita | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Navigazione articolo

6 pensieri su “Storie di morti. #1

  1. Ciao Vera!
    Ben ritrovata… :)))

    Che storia incredibile…a momenti fa paura

    Liked by 1 persona

    • Ciao Marta!
      Ben ritrovata anche a te! 🙂
      Purtroppo il mio pc era KO, me l’hanno riparato da poco, e mi ero quasi abituata a starne lontana. Così ho deciso di “rompere il ghiaccio” riprendendo la pubblicazione delle fiabe popolari russe, poco impegnative ma sempre gradite…

      Grazie di essere sempre presente!
      Buona giornata! 😉

      Liked by 1 persona

  2. Mi piacciono le favole russe 🙂
    Spero tu stia bene e i tuoi pensieri siano positivi, un forte abbraccio
    per rompere il silenzio!
    ciao
    .marta

    Liked by 1 persona

    • Io adoro tutto quello che riguarda la Russia, ma penso che questo tu lo sappia già… 😀
      Volendo essere onesti, non è che sia proprio tutto così meritevole, ma in fondo anche le persone migliori hanno dei difetti, quindi perché questo non dovrebbe valere anche per una nazione…?!
      Ok, basta, sono troppo di parte… Ihihih!!! 😛

      Buona giornata!

      Mi piace

  3. Va’ a far del bene alla gente! 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: