25ª Giornata Mondiale della Traduzione.

giornata-mondiale-traduzione-всемирный-день-перевода-international-translation-day

 

Innanzi tutto, tanti auguri San Gerolamo!
Ebbene sì, verso la fine del 300 d.C. il simpatico malandrino si imbarcò in un’impresa a dir poco epica: la prima traduzione della Bibbia dall’ebraico al latino.
Gli ci vollero ben 23 anni, ma il risultato fu che circa 1500 anni dopo, per la precisione nel 1953, la sua festa venne scelta come data ufficiale per la celebrazione della Giornata Mondiale della Traduzione.

Molte delle riflessioni che questa giornata mi suscita non differiscono granché da quelle espresse nel post di lunedì, quindi eviterò di annoiarvi con inutili ripetizioni, però vorrei citare le parole di Hado Lyria, traduttrice italiana di Manuel Vázquez Montalbán, Juan Marsé, Jorge Louis Borges e Pedro Almodóvar.

 

L’Europa tende sempre più a individuare nel traduttore (anche a livello legale) una sorta di co-autore. Ma è un argomento tuttora molto discusso. Voglio comunque ricordare che una buona esecuzione musicale viene sempre citata con i due nomi: quello dell’autore della partitura e quello del musicista che l’interpreta. Questo non avviene ancora per la traduzione letteraria, se non in casi assai rari. Si ricorda qualche Shakespeare di Montale, e via dicendo. Ma si tratta di eccezioni.

 

Questa considerazione è tratta da un’intervista pubblicata nella raccolta “Gli autori invisibili. Incontri sulla traduzione letteraria.”, realizzata da Ilide Carmignani ed edita da Besa Editrice.

Non credo ci sia molto da aggiungere, il confronto fra l’opera musicale e l’opera letteraria suggerito da Hado Lyria rende alla perfezione la situazione dei traduttori in Italia.

D’altronde, potevo forse io dannarmi l’anima all’inseguimento di obiettivi semplici, risolutivi e, soprattutto, fin da subito appaganti?
Ovvio che no!

 

Buona 25ª Giornata Mondiale
della Traduzione!

 
 

Rompiamo il Silenzio!

 
 

Annunci
Categorie: Arte Varia, Blog, Letteratura, PolimioVita, PseudoNormalità, Rompiamo il Silenzio, Vita | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Navigazione articolo

4 pensieri su “25ª Giornata Mondiale della Traduzione.

  1. Eppure c’è chi pensa che tra-durre è un po’ tra-dire!

    Liked by 1 persona

    • In un certo senso è così…
      Purtroppo non sempre esiste una corrispondenza esatta fra le due lingue in causa, e proprio qui subentra la bravura di un traduttore, nel ridurre questo “tradimento obbligato” al minor livello di infedeltà possibile.
      Poi, in realtà, ci sono diverse correnti di pensiero. C’è chi, come appena detto, cerca di attenersi il più possibile all’originale e chi, scegliendo di sacrificare qualcosina in più, preferisce dar più peso alla fedeltà stilistica.

      Liked by 1 persona

  2. Buona giornata!
    Eppure é grazie ai traduttori. Eh io posso comprendere non solo le parole ma oltre queste. Calarmi davvero dentro il racconto o la poesia…

    Eh, rompiamo il silenzio…. traducendo!

    Liked by 1 persona

    • E chissà mai che questa tua espressione di gratitudine verso i traduttori proprio qui, sul mio blog, mi porti bene, e aiuti a far sì che io entri a far parte della categoria in via ufficiale una volta per tutte! 😉

      Buona settimana, cara Marta! 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: