Ciao Francesca!

wondy-francesca-del-rosso

 

Nelle primissime ore di ieri, si è spenta Francesca “Wondy” Del Rosso.

Scrittrice, giornalista e blogger, moglie e mamma, ma soprattutto DONNA.

Dopo 6 anni di battaglia contro i “sassolini”, come li definiva nel suo libro, Francesca ha perso.

Difficile dimenticare la prima volta che sono “inciampata” nella sua zazzera bionda, durante l’intervista di Daria Bignardi.
Una grande forza, un incrollabile ottimismo e un’invidiabile autoironia.
La capacità di reinventarsi dopo aver preso atto dei limiti che la malattia le aveva imposto e di fare tutto questo con un sorriso sulle labbra.
In questa intervista Francesca, con la sua solarità, dice in modo molto schietto quel che tante persone malate si ritrovano a pensare e ad affrontare, o almeno, io ho condiviso e continuo a condividere molte delle sensazioni e delle esperienze di cui racconta: forse proprio per questo mi è piaciuta così tanto fin dai primi minuti, perché è autentica.

Detto questo, lascio proprio a questo ricordo l’onere del mio saluto a Francesca, perché quando arriva a cambiarti in modo radicale la vita, non importa più quale sia il male, ciò che conta è non dimenticare mai che dietro alla malattia c’è una persona.
Non un santone illuminato da improvvise riflessioni filosofiche sulla vita e sulla morte, ma una persona, fatta di piccoli pensieri quotidiani, di innate forze, ma anche di umane debolezze e paure, di tutti quei piccoli gesti, quelle abitudini, quei vizi, quei modi di fare e di dire, quelle espressioni caratteristiche che, ogni giorno, rendono ogni essere umano unico nella sua propria identità.

 

Grazie di cuore, Wondy!

 
 

Rompiamo il Silenzio!

 
 

Annunci
Categorie: Autori, Blog, Che Schifo!, Libri, Rompiamo il Silenzio, Vita | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Navigazione articolo

5 pensieri su “Ciao Francesca!

  1. Non conoscevo Francesca e pur ascoltando tutte le sante mattine Alino Milan, non sapevo che fosse sua moglie. L’ho scoperto così, casualmente perché ieri mancava la sua voce dall’altra parte del microfono. Ho letto il suo post non riuscendo a trattenere l’emozione per la forza che ha espresso e insieme per la descrizione di questa donna, che ho seguito ora nel video che hai postato, che ha mostrato evidentemente fino alla fine una grinta inverosimile.
    La voglia di vivere è un grande antidoto, anche se non sempre evidentemente efficace nella lunga durata.
    Quello però che è emerso a poche ore dalla sua scomparsa, la dice lunga sulla sua bellezza e sull’imprevedibilità della vita.

    Liked by 1 persona

    • Io ho iniziato a interessarmi alla letteratura “malata” dopo che mi è stata diagnosticata l’AnarcoPatia: è così che ho scoperto Francesca e il suo libro.
      Chi ci è dentro sa bene che Rari e Oncologici sono due universi paralleli destinati a non incrociarsi davvero mai, ma ci sono alcuni aspetti della più generica condizione di “malati” che riescono ad accomunarli, e proprio su questi aspetti ho ritrovato nelle parole di Francesca molte delle sensazioni che con le mie, di parole, non ero mai riuscita a esprimere.
      Scoprire che non ce l’ha fatta, che alla fine la malattia l’ha avuta vinta, per me è stato proprio un brutto colpo e un saluto, seppur breve, a questa Donna che mi ha dato tanto senza nemmeno saperlo, mi è sembrato doveroso.

      Liked by 1 persona

  2. È stato un bel gesto è mi ha colpito molto. Non ti scriverò per frasi fatte (come diceva Francesca), ma sappi che ho apprezzato molto la sincerità della tua. È un gran gesto di forza, anche “solo” quella. Parlarne aiuta molto, la condivisione credo sia fondamentale.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: