Intelligenza

Intelligente.

Sai, B., è così che mi hanno definita.

Un complimento, certo, un complimento quasi ineguagliabile. Eppure un prurito leggero, fastidioso, in fondo alla testa, disturba la pacifica soddisfazione in cui dovrei crogiolarmi. La mente, irrequieta, ripensa a tutte le volte in cui ti ho invidiata. Invidia della tua immobilità, fisica, ma soprattutto mentale. Invidia della tua invulnerabilità alla rabbia, al dolore, perfino all’amore.

Ricordi, B., quando in preda alla frustrazione ho scritto: “…la troppa intelligenza finisce col rasentare la stupidità…”?

Voglio essere onesta, sai che con te lo sono sempre. Non ricordo proprio cosa mi avesse portata a quella conclusione, ma posso dirti che la riflessione su quanto sia davvero vantaggioso essere intelligenti è in continua evoluzione nei miei pensieri agitati. Se me lo chiedessi in questo preciso istante, credo ti risponderei che l’intelligenza, soprattutto se acuta e sottile, altro non è che una maledizione. Gli stolti non si pongono domande, non cercano risposte, vivono beati nella loro realtà fatta di cose semplici, forse banali, ma stabili e rassicuranti. L’intelligenza è un freddo e diabolico meccanismo, che ti permette di concepire problemi, negandoti però spesso la possibilità di scovarne anche le soluzioni. Ti permette di elaborare complicate teorie utopistiche e irrealizzabili, all’ombra delle quali finisci per vivere, in un costante stato di incompletezza. Ti senti impotente, perché l’idea è lì, ovvia e nitida nella tua testa, ma non sembra esserci modo di concretizzarla. Un’overdose di razionalità inutilizzabile.

E allora torno a pensare che forse vivi meglio tu, B.

L’intelligenza è fredda, misurata, inarrestabile, inconfutabile. Spesso un suo sconfinare ha creato mostri, altre volte idee geniali, che però si sono rivelate altrettanto mostruose una volte giunte in mani incapaci di gestirle.

Per questo mi chiedo: c’è poi da essere tanto fieri di essere intelligenti?

È un’altra, secondo me, la caratteristica cui tutti dovremmo aspirare: la sensibilità.

Non piangere, B., siamo state fortunate.

Quando ho acquistato la mia c’era una svendita. Sai, la sensibilità non sembra essere un articolo che va a ruba, così ne ho comprata una porzione anche per te. E, dato che c’ero, ho abbondato per entrambe.

L’intelligenza è calcolato egoismo, istintivo tutelarsi in nome della sopravvivenza, non importa se a scapito del prossimo.

La sensibilità è innato autolesionismo, spontaneo offrirsi come scudo dei dolori altrui, spesso a svantaggio di se stessi.

E ti chiedo perdono, B., se ti ho annoiata, ma a volte capita anche a me un attimo di distrazione, di cui l’intelligenza approfitta per insinuarsi fra i pensieri. L’egoismo della mia necessità di sfogarmi prevarica sull’altruistico proposito di difenderti da questa realtà, che forse non può ferirti, ma che potrebbe gettarti fra i rifiuti da un momento all’altro, non appena l’intelletto avrà messo a punto una bambola più bella, con una mobilità più articolata, fatta con materiali più resistenti e meno tossici.

Una bambola più “intelligente”…

– © Vera Marte, 06/04/2010 –

Annunci
4 commenti

4 pensieri su “Intelligenza

  1. Ciao, ti ho nominato per The Versatile Blogger Award. Trovi tutte le informazioni sul mio blog, in fondo al post del link
    http://musicfortraveler.wordpress.com/2013/09/12/the-versatile-blog-award/
    se ti ho disturbato/a mi dispiace sei libero/a di non accettare ..
    a presto

    Zeusstamina

    Liked by 1 persona

  2. Condivido. Intelligente e sensibile è un binomio pericoloso…spesso più a vantaggio degli altri che di se stessi…e gli altri magari nemmeno lo capiscono

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: