Articoli con tag: Глаза

Con i Suoi Occhi.

occhi-глаза

 

Questo nuovo episodio di riposo forzato, durante il quale la testa faceva troppo male perfino per leggere e scrivere, di studiare neanche a parlarne, mi ha lasciato due sole attività alternative: dormire o pensare.

La seconda mi ha dato tempo e modo di rendermi conto di una cosa, per me abbastanza devastante: non sono più capace di raccontare e, ancor peggio, non sono più capace di raccontarmi.

Quando mi capita di rileggermi, risulto banale, scontata e “vuota” ai miei stessi occhi.
Ripenso a quando non avevo bisogno di mille revisioni o di dedicare interi minuti alla scelta di un vocabolo, perché le parole uscivano da sole, spesso tanto impetuose da rendermi difficoltoso stare al loro passo con le dita.
Ora continuano a passarmi per la testa mille spunti, più o meno interessanti, ma fanno tutti la stessa fine: un misero naufragio nel nulla dopo al massimo un paio di paragrafi.
La nostalgia di quella che amavo definire “la mia logorrea scrittoria” è una lama affilata che colpisce a tradimento, affondando, inarrestabile, nello stomaco contratto.
Rivedo il mio nome, stampato nero su bianco sulle antologie in cui sono stata pubblicata, e stento a credere che quelle parole siano davvero farina di un mio sacco, per quanto vecchio e ormai vuoto da tempo. Ancora una volta mi trovo alla deriva nell’immensa mancanza della vecchia me stessa, quella che nelle parole aveva sempre trovato un rifugio, una realtà parallela serena e rassicurante, non la gabbia di emozioni inespresse e sentimenti pietrificati che mi rinchiude ora.

Ho bisogno di ritrovare l’armonia con le parole, perché solo loro sono sempre state la strada capace di guidarmi alla me stessa più autentica.
Il punto è che quando a tradirti è il tuo stesso corpo, non esistono parole “giuste” per parlarne.
Mi guardo dentro, d’improvviso incapace di comprendere quel che vedo, e prima ancora di provare a cercare le parole, realizzo che qualunque cosa di cui io abbia scritto fino a questo momento, non era altro che una sorta di specchio: ero io.
Ora però non lo so più chi sono. Da un momento all’altro mi sono trasformata nella più grande nemica di me stessa, vittima e carnefice allo stesso tempo.
Ho la sensazione di riuscire a vedere la realtà solo attraverso gli occhi dell’AnarcoPatia, invece che attraverso i miei, e la cosa che mi disturba più di tutte è che quegli occhi sono gli stessi.

 

Rompiamo il Silenzio!

 
 

Annunci
Categorie: Blog, Capita anche a me..., Che Schifo!, Поток Сознания, Чернила, Flusso di Coscienza, Inchiostro, Ink, Malattie Rare, PolimioVita, PseudoNormalità, Rompiamo il Silenzio, Sclero, Scrittura, Stream of Consciousness, Vita | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: