Articoli con tag: Sorprese

Facebookiane Sorprese Natalizie.

statistiche-facebook

Image Credit © VeRA Marte

 

A suo tempo, si parla quindi di oltre due anni fa, mi ero sbattuta all’impossibile per promuovere la pagina facebook legata a questo blog, con risultati che definire pessimi sarebbe ancora un eufemismo, infatti ero a malapena riuscita, importunando amici e conoscenti, a raggiungere i 30 “Mi piace” indispensabili per poter almeno accedere alle statistiche della pagina.
Alla luce della quantità di lavoro, tanto enorme quanto inutile, che era servita a raggiungere 33 miserrimi “Mi piace”, avevo deciso di concentrarmi solo sul blog, lasciando i vari canali social a se stessi.
Ora, quel che è successo è che, qualche giorno fa, incuriosita da un numero insolito di notifiche segnalato sull’iconcina dell’app, ho sbirciato e, alle 21:40 di ieri sera, la situazione che mi sono trovata davanti è quella che si può vedere nell’immagine, dimensioni e risoluzione permettendo.
Oltre 50 nuovi “Mi piace” in una settimana e parametri vari alle stelle in positivo.
Cosa ho fatto? Nulla.
Proprio qui sta il bello. All’improvviso sono iniziati a fioccare nuovi fans senza alcun apparente motivo. Ho curiosato qualche profilo qua e là, pescandoli a caso fra i nuovi arrivati, ma non ho contatti in comune con nessuno di quelli visti. La parte più divertente è che questa tendenza sembra continuare: inarrestabile…

In quest’ultimo anno ho pian piano assimilato il categorico divieto, se mai mi fosse passato per la testa, di dedicarmi a scolpire quella zampogna saccagnata di corpicino che mi ritrovo, quindi, per ovvia, scontata e inevitabile deduzione, non mi resta che ripiegare su un attento rimodellamento della mia testaccia dura.
In un post dello scorso anno sostenevo l’assoluta inutilità del formulare buoni propositi per l’anno in arrivo, poi ho riflettuto sul fatto che non fare buoni propositi è a sua volta un proposito e mi sono detta “Al diavolo…!”.
Se, per una serie di motivi con cui non starò ad annoiarvi ora, non mi è più dato di poter contare su un minimo di tonicità muscolare, su una pelle presentabile e su una folta chioma fluente, vorrà dire che mi impegnerò a infradiciare quella spugna malconcia del mio cervello con tutto quello che sarò in grado di fargli assorbire, e d’ora in poi me la giocherò facendo onore al mio lato “nerd” e intellettualoide, ammesso che tale si possa definire.

Partendo dal presupposto che, ahimè, in realtà nemmeno la capoccia è del tutto immune agli effetti collaterali dei farmaci, ho pensato di propinarvi una delle mie famigerate liste per dare un’idea di quali siano i miei piani, almeno nelle intenzioni:

  • Leggere, leggere, leggere.
  • Scrivere, scrivere, scrivere.
  • Cucinare, soprattutto dolci, ma non escludo la possibilità di cimentarmi anche col salato. Magari così riuscirei a frenare almeno un po’ le accuse, mossemi ormai da chiunque mi circondi, di voler attentare alla loro linea/salute.
  • Studiare RUSSO. La docente che tiene il corso di quest’anno è un vero osso duro, ma il suo grado di preparazione mi lascia a bocca aperta, sempre di più di lezione in lezione. Trovare la giusta modalità per fare tesoro di questa opportunità vorrebbe dire mettere a segno proprio un bel colpo, sia a livello personale che, non si sa mai, a livello professionale.
  • Riprendere a studiare almeno una delle lingue abbandonate. È vero, oltre all’italiano e al russo, il lavoro mi richiede l’uso quotidiano dell’inglese, ma a parte le indiscutibili ragioni per cui, a oggi, è impossibile farne a meno, è una lingua che ha perso ogni capacità di solleticare il mio interesse, salvo rare e isolate eccezioni più o meno obbligate. Pensavo al tedesco, ma si vedrà…

Mi piacerebbe un sacco anche porre rimedio alla mia imbarazzante incapacità nel disegno, nella fotografia e nel canto, ma credo che questa sia tutta un’altra storia…

 

Buona serata a tutte e tutti!!!
Всем весёлого вечера*!!!

 

Rompiamo il Silenzio!

 
 

*Vsjém visjólava vjécera!!!

Annunci
Categorie: Blog, Buoni Propositi, Capita anche a me..., PolimioVita, PseudoNormalità, Strano Pianeta, Vita | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Improbabili Bontà… #1

Image Credit © VeRA Marte

 

L’AnarcoMadre.
Ottima cuoca, pessima pasticcera.

Ieri, approfittando della mia prima escursione nel mondo esterno causa visita di controllo, ho chiesto di aggiungere un paio di tappe alla scampagnata, tempistiche e stanchezza permettendo.
L’ultima prevedeva un giro di ricognizione nel supermercato della zona a caccia di un termometro da pasticceria, quelli fighi che arrivano fino a 220°, con cui controllare la temperatura di creme e glasse.
Poco prima del ricovero, il mio rapporto con la pasticceria si stava facendo piuttosto stretto. Per qualche ragione che tuttora non mi spiego, la mia creatività si era riversata sui dolci, fra l’altro con risultati inaspettati e sorprendenti.
Tornando a ieri, importuno chi di dovere per sapere dove avrei potuto trovare il suddetto termometro e, appurata l’assenza dell’oggetto delle mie attuali fisse culinarie, sono pronta a tornarmene all’AnarcoDimora.
Raggiungo l’AnarcoMadre, che nel frattempo ha procacciato un interessante diversivo per la mia cena dietetica, e la ritrovo che curiosa di fronte allo scaffale con le attrezzature da pasticceria: queste sconosciute…
Mi cazzia per un istante di malsano interesse nei confronti di un dosatore in vetro: “Per cortesia, controllati! A casa c’è già un dosatore!” Poi, d’un tratto, ecco che agguanta un secchiellino di plastica trasparente pieno di piccole meraviglie colorate.
Nella mia testa la maledico per avermele fatte notare. So già che non me le comprerà mai, e il mio portafoglio è talmente vuoto che ho addirittura mollato la borsa in macchina, portandomi dietro solo un pacchetto di fazzoletti di carta e il cellulare.
Invece no: sorpresa! Me le compra, anzi, me le regala!
Chi l’avrebbe mai detto??!

Il prossimo passo? Una giusta dimostrazione di riconoscenza!
Dunque oggi ci si dedica a spulciare i miei millemila libri di cucina, che nell’ultimo periodo si erano moltiplicati a dismisura, a caccia di una ricetta che anch’io possa mangiare.
La parte divertente, però, sarà la preparazione. Cucinare senza poter assaggiare è una sfida non da poco, soprattutto per chi come me, nonostante il passionale slancio e lo sfrenato entusiasmo, è in realtà alle prime, ma che dico prime, primissime armi.

Insomma, io ci provo, e ne approfitto per dare vita a una nuova rubrica con cui infestare il blog… 😛

Categorie: AnarcoFamily, Arte Varia, Capita anche a me..., Cucina, PseudoNormalità, Vita | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 15 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: